Archivi del mese: gennaio 2013

Italia: un paese per giovani?

Da Bruxelles un impegno per politiche concrete rivolte ai giovani

(Bruxelles, 30/01/2013) – Con l’arrivo a Bruxelles di Mario Monti, Presidente uscente del Consiglio e uno dei candidati premier alle prossime elezioni di febbraio, i giovani italiani residenti in questa città puntano i riflettori sulla necessità di politiche concrete per frenare l’emigrazione all’estero e la disoccupazione giovanile in Italia.

Media stunt

“Noi siamo i giovani”, mercoledì 30 gennaio alle ore 12:15 (poco prima dell’incontro tra Monti e Barroso previsto alle ore 13:30).  Luogo: di fronte al Berlaymont, Blvd Charlemagne. Vicino alla bandiera italiana.

Il media stunt si organizza per richiamare l’attenzione sul problema della disoccupazione giovanile e delle risposte che si potrebbero dare per risolvere il problema.

Disoccupazione ed emigrazione

La disoccupazione giovanile in Italia e l’emigrazione all’estero stanno aumentando ad un ritmo allarmante.

·        A Gennaio 2013 è stato calcolato che il 37% dei giovani italiani e’ senza lavoro

·        Milioni sono emigrati all’estero

·        Il 46% dei giovani di età compresa tra i 18 e i 24 anni considera l’emigrazione all’estero dopo lo studio

“Ogni giovane che lascia il paese e’ una perdita per l’Italia. I politici italiani devono affrontare la disoccupazione giovanile e la fuga all’estero con un senso di urgenza. Speriamo che tutti i candidati alle elezioni politiche 2013 siano d’accordo sul fatto che nel nostro paese c’è un forte bisogno di politiche concrete per i giovani”   dice Daniel Puglisi, co-fondatore di Giovani Italiani Bruxelles.

Iniziativa Giovani Italiani Bruxelles

Nasce quindi “Giovani Italiani Bruxelles”, iniziativa di un gruppo di giovani italiani residenti a Bruxelles, precari, studenti e lavoratori  con esperienze diverse ma accomunati da un forte interesse per l’attuale situazione politica in Italia e in Europa.

“Il tema ‘giovani e lavoro’, al centro dell’iniziativa, va al di là di qualsiasi schieramento politico e questa collaborazione nasce proprio per sottolineare la necessità di misure concrete che migliorino la situazione attuale, per fare in modo che i giovani italiani siano liberi di scegliere se restare in Italia oppure no,” dice Francesca Romana Minniti, co-fondatrice del gruppo Giovani Italiani Bruxelles.

5 proposte concrete

Giovani Italiani Bruxelles sta già lavorando a proposte concrete sulle tematiche che stanno a cuore ai giovani, fra cui una riforma per gli stage, la facilitazione per l’accesso al credito, l’aumento degli investimenti per l’istruzione e la ricerca, riforme per i contratti di lavoro, e infine nuovi leggi per riformare il diritto di voto.

ENDS

1.            L’attività media stunt non e’ una protesta contro Mario Monti, ma un appello a tutti i candidati alle elezioni affinché migliorino le loro politiche per i giovani.

Annunci

2 commenti

Archiviato in Uncategorized